Lunedì 22 Febbraio 2010
Stampa



ciclismoLa manifestazione è stata presentata stamani in una conferenza svoltasi nell'aula consiliare della provincia di Olbia-Tempio, alla presenza del presidente dell'ente, Pietrina Murrighile, degli assessori allo Sport della Provincia, Antonio Satta e del Comune di Olbia, Angelo Cocciu insieme al presidente comitato regionale della Federazione ciclistica, Salvatore Meloni e all'organizzatore, Stefano Pilato. Saranno 126 i corridori che, da domani per cinque giorni, si sfideranno lungo le strade dell'isola.

Da sottolineare la presenza di Vincenzo Nibali che guiderà la Liquigas- Doimo, Alessandro Petacchi (Lampre - Farnese Vini), l'ex tricolore Giovanni Visconti della ISD - Neri, la coppia dell'Acqua & Sapone Stefano Garzelli e Francesco Masciarelli, il quattro volte campione del mondo su pista e oro olimpico a Sydney, il tedesco Robert Bartko e l'ex ciclismo02maglia gialla al Tour de France, Thomas Voekler. Due i corridori sardi iscritti: il velocista Alberto Loddo (Androni Giocattoli) e lo scalatore Stefano Usai (Meridiana Kamen Team). La prima tappa, con partenza da Olbia alle 11.30 e arrivo a Bonorva dopo 144 km, presenta un tracciato piuttosto nervoso nelle prime fasi di gara in cui saranno toccati i territori di Loiri e Azzanì per poi raggiungere il traguardo da Pattada percorrendo un altopiano, Anela e Bono. Si tratta, secondo gli organizzatori, di una frazione particolarmente adatta ai velocisti ma che potrebbe nascondere qualche insidia negli ultimi chilometri. Il 24 febbraio si correrà la seconda tappa, Macomer - Nuoro (Monte Ortobene) di 172 km, a seguire la Nuoro-Oristano di 206 chilometri, la Carbonia-Iglesias di 161 chilometri e la tappa finale, Sant'Antioco-Cagliari, di 140 chilometri. Domani Rai Sport Più trasmetterà un'ampia sintesi della prima tappa a partire dalle ore 18,00 con la telecronaca di Andrea De Luca e il commento tecnico di Silvio Martinello. Ciascuna tappa sarà accompagnata da manifestazioni collaterali e spettacoli.