Martedì 02 Marzo 2010
Stampa

Olbia, 2 marzo 2010

C O M U N E D I O L B I A
Il Sindaco

Al Sig. Ministro dell' Economia e Finanze
On. Giulio Tremonti

Alla Direzione Agenzia delle Entrate
Dott. Attilio Befera

Presidente della Commissione per l'Anagrafe Tributaria
presso la Camera dei Deputati
On. Maurizio Leo


Membro della Commissione per l'Anagrafe Tributaria
On. Settimo Nizzi


Egregio Sig. Ministro,
Ho appreso, dalla lettura del verbale della riunione del 09/02/2010, presso la Direzione Regionale della Sardegna dell'Agenzia delle Entrate, alla presenza del solo livello sindacale e della Vostra Direzione Regionale, senza il coinvolgimento e senza alcuna preventiva informativa riservata agli Enti Locali ed in particolare all'Amministrazione da me rappresentata, che a decorrere dal prossimo 8 marzo vi sarà un forte ridimensionamento delle funzioni degli uffici dell'Agenzia delle Entrate di Olbia e Tempio Pausania.

Attualmente, l'ufficio di Olbia, conta 54 dipendenti, mentre 28 sono collocati presso l'ufficio di Tempio. Secondo il nuovo riassetto territoriale, ad Olbia verrebbero assegnate 25 persone e 15 a Tempio. E' di tutta evidenza il forte ridimensionamento degli organici che comporterà, inevitabilmente, forti disagi e disservizi in un ambito territoriale che, in controtendenza con tutte le altre aree isolane, registra una costante crescita. Il riassetto in argomento appare illogico nella misura in cui le dirigenze di settori importanti quali i rimborsi IVA, l'accertamento ed il contenzioso saranno trasferiti a Sassari, obbligando così l'utenza ad onerosi e problematici trasferimenti.

Mi preme evidenziare, piuttosto, la necessità di mantenere il più possibile una completa struttura organizzativa, negli uffici Territoriali, anche per quelle attività che devono essere assegnate agli uffici Provinciali, e ciò nella considerazione che l'individuazione delle sedi Provinciali non abbia tenuto conto del numero delle effettive Province esistenti in Sardegna, nonché del fatto che la inadeguata viabilità della nostra Regione non consente un agevole collegamento fra le varie sedi dell'Agenzia. Mi permetto ancora di rilevare che, rispetto alla sede di Sassari, ad esempio, Olbia con un terzo dell'organico svolge il triplo del lavoro.

In conclusione, il sottoscritto richiede alla S.V di valutare con ogni attenzione la possibilità di apportare delle sostanziali modifiche agli ambiti di competenza delle circoscrizioni territoriali, allo scopo di ridistribuire in maniera più omogenea i carichi di lavoro delle costituende Direzioni Provinciali, assegnando al nostro Comune le funzioni di Direzione Provinciale, relativamente al territorio della Provincia Olbia - Tempio, pienamente legittimata dalle ingenti entrate riscosse dai nostri uffici locali e dal tessuto economico produttivo della nostra Provincia, pienamente riconosciuta, oltreché dalla legge regionale istitutiva, anche dalla Corte Costituzionale, con sentenza n.230 del 06 luglio 2001.

Distinti saluti.

IL SINDACO
On. Giovanni Maria Enrico Giovannelli